Contributi per la realizzazione di interventi di recupero degli oratori o attività similari

Regione Umbria
regione Umbria

Quanto finanzia

Richiesta minima
Richiesta massima
150.000,00 €

Descrizione del Bando

La Regione Umbria intende valorizzare il patrimonio culturale e religioso del territorio, promuovendo la riqualificazione degli oratori o di attività similari quali luoghi di aggregazione e formazione per i giovani, in qualità di risorsa essenziale per lo sviluppo sociale ed economico futuri.

A chi si rivolge

Possono accedere ai finanziamenti di cui al presente Avviso le parrocchie e gli enti ecclesiastici della Chiesa cattolica, nonché gli enti delle altre confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato un’intesa ai sensi dell’articolo 8, terzo comma, della Costituzione, ferme restando le competenze delle regioni e degli enti locali in materia, con sede all’interno della Regione Umbria e che svolgano l’attività di oratorio, o similare, alla data della pubblicazione del presente bando.

Spese Ammissibili

  1. Sono oggetto di finanziamento i seguenti interventi:
    a) Lavori di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione degli immobili adibiti ed utilizzati come luogo d’incontro dei minori, degli adolescenti e dei giovani, nonché degli spazi pertinenziali e/o limitrofi;
    b) Adeguamento delle strutture e degli spazi alle normative vigenti in materia di sicurezza, igiene e accessibilità;
    c) Realizzazione di interventi di efficientamento energetico;
    d) Riqualificazione/allestimento di centri ricreativi, ludici e sportivi, ivi compreso l’acquisto delle attrezzature e del relativo materiale;

  2. L’acquisto di arredo, attrezzature e relativo materiale è ammissibile nella misura massima del 30% del contributo assegnato.

  3. Non sono ammissibili interventi i cui lavori abbiano avuto inizio prima della data di pubblicazione sul BUR del presente Avviso.

  1. L’eleggibilità delle spese decorre dalla data di comunicazione di definitiva ammissione a finanziamento.

  2. I Soggetti beneficiari, in qualità di stazioni appaltanti, sono tenuti, nella redazione dei progetti, all’utilizzo dell’Elenco Regionale dei prezzi della Regione Umbria vigente e solo nel caso di lavorazione non presente, con una adeguata analisi secondo quanto disposto dall’art. 31 comma 2 dell’Allegato I.7 al d.lgs. n. 36/2023.

  3. L’imposta sul valore aggiunto, realmente e definitivamente sostenuta dal Beneficiario, è una spesa ammissibile solo se non recuperabile.

  1. Le spese tecniche di progettazione, rilievi, accertamenti, indagini, alla progettazione, alle necessarie attività preliminari, nonché al coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, alla direzione lavori e al coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione, assistenza giornaliera e contabilità, collaudo tecnico amministrativo, collaudo statico ed altri eventuali collaudi specialistici, sono ammissibili nella misura massima del 5% dell’importo di progetto dei lavori.
Umbria

Specifiche

Dotazione:
1.500.000 €
Scadenza: 
9 Luglio 2024
Minimo: 
Massimo:
150.000,00 €

Vorresti assistenza per applicare?

Puoi richiedere un preventivo cliccando il bottone qui sotto

Inviato!
Grazie mille, ci metteremo in contatto con te il prima possibile
Oops! Something went wrong while submitting the form.
664c4dd3a086661c74b00e69

Contributi per la realizzazione di interventi di recupero degli oratori o attività similari

Regione Umbria
regione Umbria

Specifiche

Codice:
ReCo1187
Dotazione:
1.500.000 €
Scadenza: 
9 Luglio 2024

Quanto finanzia

Richiesta minima

Richiesta massima

150.000,00 €

Fondo Perduto

%

Questo bando, fa per te? 

Affidati al nostro team di esperti per vincere questo bando! 

Inviato!
Grazie mille, ci metteremo in contatto con te il prima possibile
Oops! Something went wrong while submitting the form.
664c4dd3a086661c74b00e69

Descrizione del Bando

La Regione Umbria intende valorizzare il patrimonio culturale e religioso del territorio, promuovendo la riqualificazione degli oratori o di attività similari quali luoghi di aggregazione e formazione per i giovani, in qualità di risorsa essenziale per lo sviluppo sociale ed economico futuri.

A chi si rivolge

Possono accedere ai finanziamenti di cui al presente Avviso le parrocchie e gli enti ecclesiastici della Chiesa cattolica, nonché gli enti delle altre confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato un’intesa ai sensi dell’articolo 8, terzo comma, della Costituzione, ferme restando le competenze delle regioni e degli enti locali in materia, con sede all’interno della Regione Umbria e che svolgano l’attività di oratorio, o similare, alla data della pubblicazione del presente bando.

Spese Ammissibili

  1. Sono oggetto di finanziamento i seguenti interventi:
    a) Lavori di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione degli immobili adibiti ed utilizzati come luogo d’incontro dei minori, degli adolescenti e dei giovani, nonché degli spazi pertinenziali e/o limitrofi;
    b) Adeguamento delle strutture e degli spazi alle normative vigenti in materia di sicurezza, igiene e accessibilità;
    c) Realizzazione di interventi di efficientamento energetico;
    d) Riqualificazione/allestimento di centri ricreativi, ludici e sportivi, ivi compreso l’acquisto delle attrezzature e del relativo materiale;

  2. L’acquisto di arredo, attrezzature e relativo materiale è ammissibile nella misura massima del 30% del contributo assegnato.

  3. Non sono ammissibili interventi i cui lavori abbiano avuto inizio prima della data di pubblicazione sul BUR del presente Avviso.

  1. L’eleggibilità delle spese decorre dalla data di comunicazione di definitiva ammissione a finanziamento.

  2. I Soggetti beneficiari, in qualità di stazioni appaltanti, sono tenuti, nella redazione dei progetti, all’utilizzo dell’Elenco Regionale dei prezzi della Regione Umbria vigente e solo nel caso di lavorazione non presente, con una adeguata analisi secondo quanto disposto dall’art. 31 comma 2 dell’Allegato I.7 al d.lgs. n. 36/2023.

  3. L’imposta sul valore aggiunto, realmente e definitivamente sostenuta dal Beneficiario, è una spesa ammissibile solo se non recuperabile.

  1. Le spese tecniche di progettazione, rilievi, accertamenti, indagini, alla progettazione, alle necessarie attività preliminari, nonché al coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, alla direzione lavori e al coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione, assistenza giornaliera e contabilità, collaudo tecnico amministrativo, collaudo statico ed altri eventuali collaudi specialistici, sono ammissibili nella misura massima del 5% dell’importo di progetto dei lavori.

Dettagli fondo perduto

Umbria
Scarica la scheda

ReCo1187

Specifiche

Dotazione:
Disponibile per tutti i piani pro
Scadenza: 
9 Luglio 2024

Quanto finanzia

Richiesta minima:
Disponibile per tutti i piani pro
Richiesta massima:
Disponibile per tutti i piani pro

Questo bando, fa per te? 

Affidati al nostro team di esperti per vincere questo bando! 

Inviato!
Grazie mille, ci metteremo in contatto con te il prima possibile
Oops! Something went wrong while submitting the form.
664c4dd3a086661c74b00e69

Descrizione del Bando

Finanziamento per supporto e sviluppo.

A chi si rivolge

Se hai utilizzato i filtri sai che questo bando fa per te. La descrizione dettagliata è disponibile per tutti i piani pro. Scopri di più qui

Spese Ammissibili

Le spese ammissibili sono disponibili in tutti i piani pro, scopri di più qui

Umbria
Scarica la scheda